Avrio

Avrio

Covid-19: dichiarazioni dell'OMS

Fonte Immagine: Agenzia Dire

L'OMS chiarisce i dubbi riguardanti i dispositivi di protezione

Quasi meno di un anno fa ci siamo inaspettatamente interfacciati con una realtà del tutto nuova, surreale quanto distopica; una vita nuova, cui sono state rivoluzionate le istruzioni per l’uso, che abbiamo dovuto accuratamente rileggere come si trattasse del foglietto illustrativo di un nuovo medicinale prescrittoci, consapevoli a tratti degli effetti collaterali cui saremmo andati incontro. Ci siamo dovuti adattare a strumenti che non avremmo mai pensato si ponessero poi alla base della nostra quotidianità. La mascherina ha sostituito il rossetto e a tratti la sciarpa per tenere caldo il naso; l’amuchina ha sostituito il profumo, i guanti in lattice quelli in raso. Eppure le funzioni di tali strumenti, con cui non tutti credevamo saremmo mai venuti a contatto durante la nostra vita, ritenendoli prerogative dell’ambiente medico, non da subito sono state chiare. A quasi un anno di distanza tra i vari dibattiti iniziali sull’utilità o meno della mascherina, risalenti ai primi tempi del 2020, proprio in questi giorni l’OMS- l’Organizzazione mondiale della Sanità- risponde sul proprio sito alle domande più frequenti ha tenuto a ribadire le indicazioni aggiornate e certificate sull’utilizzo dei dispositivi protettivi, cercando per quanto possibile di chiarire ogni dubbio; viene per esempio ribadito di non utilizzare i guanti. Oltre ad individuare le categorie più a rischio, l’OMS specifica le direttive da seguire in base a che ci si trovi in un luogo aperto o meno.  Si consiglia l’utilizzo della mascherina all’aperto in luoghi affollati (con conseguente lavaggio delle mani prime e dopo averla toccata per indossarla) e qualora risulti impossibile mantenere il distanziamento sociale. Ribadito l’obbligo invece dell’uso nei luoghi chiusi, o in casa se si ospita un individuo al di fuori del proprio nucleo familiare. Viene abolito l’uso nel caso di qualsiasi attività fisica o allenamento, che si svolga all’aperto o meno, cercando quindi sempre di mantenere il distanziamento, ove possibile. Per quanto concerne la predilezione del tipo di mascherine da indossare, vengono sconsigliate le mascherine dotate di valvola, ritenute inefficaci alla protezione di qualsiasi virus respiratorio. Come sappiamo esistono vari tipi di mascherine, sia quelle chirurgiche (in tessuto o con valvola) che le FFP (FFP2, FFP3, N95, N99). Ognuna di queste comporta precise istruzioni e procedimenti da seguire per consentirne l’applicazione dell’utilità. 

Sostienici

Corriere della Campania è sempre gratuito, è sorretto da un'Associazione no-profit. Se lo vuoi aiutare...

Mariapaola Alaio

area cronaca e politica
View all posts